C’è una nuova proposta di legge regionale in tema di gioco legale: è stata presentata oggi in una seduta congiunta di Commissioni Legalità, terza e quarta. Si tratta della Pdl 99, i cui firmatari sono tutti della Lega e che riscrive la normativa in vigore (9/2016), con l’intento di sostituirla in toto, abrogandola. La riunione si è svolta alla presenza dell’assessore alle Attività produttive Andrea Tronzano.

Quindi al momento sono all’esame delle Commissioni tre proposte su questo argomento: la 56 (Lega) intende salvaguardare i diritti quesiti dei gestori, stabilendo che la normativa sulle distanze non si applica a chi operava prima del maggio 2016. C’è poi la Pdl 53 (M5s) che opera in senso più restrittivo contro il gioco e appunto la Pdl 99, che non prevede la retroattività del rispetto delle distanze per chi aveva già installato gli apparecchi prima della promulgazione, prevedendo peraltro il “Piano integrato per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco d’azzardo patologico”.

Il presidente della Commissione Legalità ha fatto notare che la legge in vigore è un testo approvato all’unanimità nel 2016, durante la scorsa legislatura e che in questo momento il dibattito è tra chi ha come priorità il diritto alla salute e chi invece quello al lavoro e all’occupazione. Adesso le Commissioni dovranno stilare un calendario per procedere all’esame delle tre proposte e le opposizioni hanno chiesto alla maggioranza quale delle due presentate, sia quella su cui intende puntare.

Sono intervenuti diversi consiglieri di Pd, Lega, Luv, Moderati, Monviso; i lavori proseguiranno nelle prossime sedute.