“Il punto di vista dell’ente locale è quello del primo anello delle dinamiche sociali che si sviluppano sul territorio. Mi fa piacere che si stia pensando a un dibattito aperto, tra professionalità diverse, ognuna delle quali per le sue competenze può apportare un contributo importante. Pensiamo al gioco come intrattenimento, ma anche con ricadute negative. Un approccio estremamente ideologico dall’una o dall’altra parte non può essere di aiuto. Lottomatica si impegna a portare in giro per l’Italia questo confronto e secondo me è un aspetto molto positivo. L’amministrazione comunale fiorentina ha affrontato negli anni le tematiche negative del gioco, come ad esempio la ludopatia. Negli strumenti che le istituzioni sanitarie ci mettono a disposizione questa è considerata una problematica al pari di altre dipendenze. C’è la volontà di provare a intervenire di fronte a un alert con gli strumenti che ci sono a disposizione. Ordinanze sindacali e interventi eccezionali avvengono quando il problema è già in una fase patologica, del resto le amministrazioni molte volte devono intervenire velocemente e se lo Stato latita qualcosa devono pur fare per contenere gli effetti distorsivi del gioco. Per questo anche Firenze ha dovuto adottare soluzioni di contenimento come i limiti orari e le distanze. Il tema che ci dobbiamo porre è come anticipare questi interventi per costruire un modello che valorizzi gli aspetti positivi del gioco e serva a prevenrie gli aspetti distorsivi. Se accanto alla regolamentazione investiamo anche in attività culturali ed educative si possono fare passi avanti importanti. Negli anni abbiamo visto un’evoluzione del comparto che ha tutto l’interesse a rispettare le regole e ad operare con consapevolezza rispetto al suo ruolo. Servono interventi rapidi e organici, l’impostazione che date tramite questa iniziativa vanno nella giusta direzione. Noi siamo pronti a dare il nostro contributo per costruire un modello valido di benessere sociale, economico e lavorativo”. Lo ha detto Federico Gianassi (nella foto), assessore Bilancio, Commercio e Attività produttive del Comune di Firenze, nell’ambito dell’evento “Lottomatica Talks Firenze. Gioco Pubblico, Responsabilità e Tutela dei Consumatori”.

Articolo precedenteLottomatica Talks, Pastorino (STS): “Il settore del gioco è alla ricerca di una nuova sostenibilità”
Articolo successivoProvincia Trento, operatori del gioco in audizione: chiesto altro rinvio della norma sul distanziamento dai luoghi sensibili