“Abbiamo sostenuto la legge no slot nella scorsa legislatura e depositato una proposta di legge per ampliare la normativa regionale, che reputiamo assolutamente carente. La Lombardia non può essere un casinò a cielo aperto e la normativa deve essere assolutamente aggiornata e ampliata. In ogni caso quella in vigore andrebbe applicata. Proprio per questo è assurdo che nel 2019 si parli ancora di slot nelle stazioni: la ludopatia è una sciagura e la gestione delle sale e delle macchine da gioco, spesso opaca, nasconde e favorisce attività illecite e mafiose. L’assessore deve passare dalle parole ai fatti”.

Lo ha detto il consigliere regionale M5S, Luigi Piccirillo, in merito all’interpellanza discussa in Commissione riguardante il divieto di installazione delle slot nei locali commerciali delle stazioni.

Commenta su Facebook