slot
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Settecentomila posti di lavoro dall’aumento delle tasse sul gioco d’azzardo. E’ quanto proposto da Ernesto La Vecchia, vicesindaco di Vinchiaturo e candidato al Senato per la lista di centrosinistra ‘Insieme’ (composta da Partito socialista italiano, suo partito di appartenenza, dai Verdi e dal movimento Area Civica), che ribadisce quanto già affermato dal Vice Ministro alle Infrastrutture e Segretario Psi, Riccardo Nencini.

“Noi, nel nostro programma di ‘Insieme’, abbiamo pensato alla possibilità di dare 700mila posti ai giovani per la salvaguardia del territorio e dell’ambiente. Cose fattibili, perché dando 20mila euro l’anno per ciascuno ci sarebbe una spesa di 1 miliardo e 400mila euro. Si consideri che i grillini hanno parlato di 130 miliardi per il reddito di cittadinanza, che non ha nessun senso perché denatura l’idea di lavoro. Tra l’altro, noi diciamo anche in che maniera si possono trovare le risorse, ovvero passando da un 15 a un 20 per cento della tassazione sui giochi d’azzardo (un po’ generica come proposta, ndr), cosa che dovrebbe essere ovviamente positiva. Non solo: bisogna far pagare alle multinazionali presenti in Italia le tasse che non hanno mai pagato. Questo – ha aggiunto il candidato a Palazzo Madama – è quello di cui c’è necessità, più che arroccarsi su grandi infrastrutture e autostrade che probabilmente avrebbero potuto avere anche un senso, se avessero avuto il giusto finanziamento. Ma dato che non lo hanno avuto, è inutile pensare a queste cose”.

Commenta su Facebook