La Germania adotta il Green Pass, o qualcosa di molto simile.

A partire da oggi 23 agosto entra in vigore la regola delle tre G (“geimpft, genesen, getestet”). Ciò significa che soltanto persone vaccinate, guarite o risultate negative al test potranno accedere a:

– ospedali, case di riposo e di cura, strutture di assistenza ai disabili;

– ristoranti/bar al chiuso;

– centri estetici/parrucchieri;

– eventi organizzati in spazi chiusi;

– strutture ricettive;

– palestre e piscine (al chiuso).

Quanto detto, vale di norma per tutti a partire dal sesto anno di età.

Ciascun Land però regolerà autonomamente le disposizioni riportate, dando luogo a possibili differenze sostanziali tra le singole regioni.

I Länder potranno eventualmente procedere anche a una sospensione integrale o parziale della regola delle tre G in quelle circoscrizioni (Landkreise) in cui l’incidenza negli ultimi 7 giorni risulti stabilmente inferiore a un livello di 35 nuovi contagi per 100.000 abitanti.

E così proprio a partire da oggi le associazioni che rappresentano gli operatori di settore forniscono indicazioni sui singoli Länder. La cosiddetta regola 3G non si applica per esempio nel Nord Reno-Westfalia.

Il Ministero della Salute del Nord Reno-Westfalia sottolinea sul suo sito web che la regola 3G si applica solo alle seguenti aree: eventi indoor, sport indoor, ristorazione indoor, servizi per il corpo e grandi eventi all’aperto (da 2.500 persone).

Poiché sale giochi, casinò e uffici scommesse non sono elencati, gli operatori di sale giochi nel Nord Reno-Westfalia devono solo garantire il rispetto dell’obbligo della maschera e delle distanze minime. Per i dipendenti non sono attualmente richieste prove qualificate nel senso di un risultato negativo di un test rapido dell’antigene certificato secondo l’Ordinanza sul test e sulla quarantena.