azzardo

Oggi pomeriggio, alle ore 18:30, presso i locali del Grid a Frosinone, si terrà una iniziativa di proposta e sensibilizzazione sul delicato tema del gioco d’azzardo patologico.

Dunque, la Federazione provinciale dei Giovani Democratici di Frosinone da tempo sta portando in tutti i circoli e comuni una campagna di sensibilizzazione contro le slot; inoltre, allo stesso tempo, propone agli amministratori di intraprendere azioni concrete tramite un documento di intenti ed un regolamento da adottare su base comunale; in esso si parla di prevenzione e di piccoli accorgimenti come limitare la presenza di sale slot o similari in prossimità di luoghi “sensibili” quali scuole, e centri di aggregazione.

“Il circolo del GD di Frosinone porterà questa campagna anche nel capoluogo, supportato dal circolo del PD, il quale tramite il suo capogruppo in consiglio Comunale Angelo Pizzutelli, sta producendo una bozza di regolamento che va proprio in questa direzione, coniugandosi perfettamente a quella che è la campagna dei GD. Bene dunque l’impegno di Pizzutelli e del PD di Frosinone, con i quali nei prossimi giorni definiremo il regolamento da presentare al Consiglio comunale di Frosinone, nel frattempo chiediamo che il Comune mostri sensibilità e fattiva collaborazione su un tema che ormai rappresenta un preoccupante fenomeno sociale, assumendo iniziative concrete tramite i servizi sociali e tutti gli altri strumenti di cui l’ente dispone.

Ci permettiamo dunque di lanciare allo stesso tempo un monito agli amministratori: la risposta all’avvolgente realtà del gioco d’azzardo patologico deve essere sistemica, pensando per esempio ad un territorio come quello della nostra provincia non si può pensare di affrontare queste situazioni a livello comunale, altrimenti si corre il rischio di spostare i problemi più a nord o più a sud, e questo non avrebbe senso. Tuttavia, quello di oggi vuole essere per noi anche un momento di discussione circa il fenomeno della ludopatia, sui suoi rischi e sulle conseguenze, alla luce anche di un dibattito di caratura nazionale che sta investendo questo tema in seguito ad un discusso passaggio del DL dignità di Luigi di Maio, rispetto al quale c’è più di una perplessità sebbene vada comunque analizzato”

Commenta su Facebook