“Nessuna deroga alla legge regionale sul gioco d’azzardo della Regione Emilia Rmagna. Al contrario va potenziata”. E’ l’invito del candidato alle regioneali el M5S a Bonaccini (PD) e a Bergonzioni, candidata della Lega.

Chi azzarda non vince mai. A slot-vlt-scommesse preferiamo un sano biliardino o giocare a flipper! Alla lobby delle slot-machine che è venuta a contestarci a Forlì, diciamo che il tempo per mettersi in regola lo hanno avuto” ,ha dichiarato Benini.
.
“Bisogna riconvertire il settore. Intanto parlateci degli oltre 20 miliardi di euro che ogni anno escono dall’economia reale divorati nel buco nero dell’illusine dell’azzardo, parlateci delle decine di migliaia di persone rovinate, parlateci degli almeno 115.000 posti di lavoro persi per mancati introiti nel commercio e indotto industriale che finiscono nell’illusione improduttiva dell’azzardo”. Parlateci delle almeno 70 milioni lavorativi bruciati come ha dimostrato la ricerca indipendente della Consulta Anti-Usura”.

“L’offerta di gioco in questi anni è stata troppo pervasiva e continua” aggiunge il consigliere regionale Andrea Bertani. “Pensiamo che le norme vadano difese. e’ un problema sanitario che va affrontato e  su questo non si può tornare indietro”.