“La riforma dell’ippica, promessa per il 2020, non ci sarà e l’ippica continuera’ a sprofondare in una crisi sempre più grave”. Ormai sono decenni che Ministri e Sottosegretari del Mipaaft parlano di riforma e poi non viene fatto niente.

L’ippica ha bisogno di una grande ed urgente riforma sulla quale ci auguriamo si metta a lavorare finalmente e concretamente il prossimo Ministro ed il nuovo Consiglio dei Ministri, partendo dal presupposto che l’ippica e’ uno Sport e necessita di una Governance competente e dedicata.

Ci auguriamo che questa proposta sia condivisa dalle associazioni rappresentative della filiera e si inizi a lavorare, uniti e coesi, per raggiungere queso fondamentale obiettivo. Nel frattempo aspettiamo il nuovo governo con la speranza che anche il “rilancio dell’ippica” sia un “punto” del programma governativo e finalmente si imbocchi la giusta strada per salvare l’ippica italiana”.

Coordinamento Ippodromi
Il presidente
Attilio D’Alesio

Commenta su Facebook