L’intervento previsto nel testo della Legge di Bilancio a carico del comparto degli apparecchi da intrattenimento tra i temi trattati in audizionealal Camera da Confindustria.

Per quanto riguarda i giochi infatti si parla di un incremento del prelievo erariale unico (PREU): dal 1° gennaio 2019, viene disposto un aumento del PREU dello 0,5% sugli apparecchi da gioco lecito che distribuiscono vincite in denaro (apparecchi AWP-Slot Machine e VLT-
Videolottery).
“Si tratta di un ennesimo incremento di tassazione a carico del settore- commenta il presidente di Confindustria Boccia- che opera sulla base di concessioni e che non può prescindere, tuttavia, da una contestuale riduzione del payout (quota di vincita)”.
“Si conferma, inoltre, – aggiunge Boccia- l’assoluta necessità, più volte evidenziata, di procedere a una riforma complessiva del settore”.
Commenta su Facebook