Bolzano “Sono positive le misure sul divieto di pubblicità al gioco d’azzardo inserite nel decreto Dignità.” Così in una nota i senatori della Svp, Julia Unterberger, Dieter Steger e Meinhard Durnawalder.

“La Provincia di Bolzano è sempre stata in prima linea nel contrasto alle ludopatie. Il primo intervento normativo risale al 2010 con la Legge Steger che ha limitato la concessione delle licenze nel raggio di 300 metri dai luoghi cosiddetti sensibili. In questi anni ci sono stati ulteriori iniziative per disciplinare il fenomeno, a riprova di una costante attenzione sul tema.

La ludopatia, come ogni forma di dipendenza, è un problema sociale che in questi anni è cresciuto in maniera impressionante. Gli ultimi dati del Monopolio di Stato parlano di 100 miliardi di euro spesi dagli italiani ogni anno per scommesse sportive, gratta e vinci, slot-machine e altre forme di gioco online.

Per questo le norme introdotte con il decreto-dignità non risolvono di certo l’emergenza, ma rappresentano quel primo intervento a livello nazionale che in molti sollecitavano da tempo.

Devono pertanto essere l’inizio di un percorso che punti ad affrontare con decisione il problema e offrire il giusto supporto ai giocatori patologici e alle loro famiglie.

Il nostro Gruppo sosterrà pertanto tutte le iniziative che andranno concretamente in questa direzione e ci auguriamo che, nella conversione del decreto, questo primo pacchetto di misure possa uscirne ulteriormente rafforzato.”

Commenta su Facebook