L’assessore al Welfare, Nuove Cittadinanze e Fragilità, Luca Rizzo Nervo (nella foto), ha depositato una risposta scritta al Consiglio Comunale di Bologna in riferimento all’interrogazione presentata nei giorni scorsi dal consigliere Gian Marco De Biase, del gruppo consiliare Bologna ci piace, in materia di interventi di contrasto al gioco d’azzardo.

L’assessore ha ricordato che le somme destinate alle attività di sensibilizzazione sui rischi del gioco d’azzardo ammontano a 200 mila euro e vedono il coinvolgimento di diverse organizzazioni del Terzo Settore.

Quanto ai controlli, di cui chiedeva conto il consigliere, ha ricordato nel documento che “il Settore Economia ha richiesto numerose verifiche alla Polizia locale circa soprattutto l’attuazione dei propri provvedimenti di chiusura e per le procedure di delocalizzazione degli esercizi che non rispettano le distanze previste. Relativamente, poi, ai controlli sul rispetto degli orari e concretamente sul rispetto delle distanze, la Polizia Locale è impegnata nelle attività di controllo sul territorio, in modo ordinario e su segnalazione.

Si conferma che dall’inizio dell’attuale mandato amministrativo sono stati effettuati i seguenti controlli: 23 attività controllate con all’interno delle Vlt (video lottery terminal) o macchine con vincita in denaro, 199 sanzioni per altrettanti apparecchi trovati accesi in orario non consentito in violazione dell’ordinanza 328901/2018 (Disciplina degli orari di funzionamento degli apparecchi e dei congegni automatici con vincita in denaro presenti in esercizi autorizzati ai sensi degli articoli 86, 88, 110 comma 6, del Tulps), con sanzioni amministrative pecuniarie da 100 a 500 euro, con possibilità di pagare in misura ridotta. Tutte le attività che non rispettavano le distanze dai luoghi sensibili sono state segnalate al Suap – Sportello e imprese, per quanto di competenza”.

Articolo precedenteVideogiochi e sale Lan, attività consentita fino al 30 giugno 2023: ecco la determinazione direttoriale dell’ADM (TESTO)
Articolo successivoThe Poker One by Stanleybet, il resoconto del Day 1/B