Print Friendly

(Jamma) – Approvata dal Consiglio comunale di Agrigento una mozione proposta dal Movimento 5 Stelle per contrastare il gioco d’azzardo patologico. Lo ha reso noto la portavoce del M5S, Marcella Carlisi.

La mozione approvata impegna il sindaco e la giunta municipale a richiedere un centro di ascolto che eroghi gratuitamente informazioni e consulenze legali, attraverso il protocollo Anci Sicilia – Unione Consumatori. Nella mozione, inoltre, si chiede di attivare una politica di sgravio fiscale che premi gli esercenti che si impegnino a non installare slot machine o video lottery nei propri locali, o a rimuovere quelle installate, per un periodo temporale di almeno cinque anni, anche in considerazione delle nuove normative fiscali. Sarà, inoltre, valutata una riduzione della Tasi, per la parte di competenza comunale, agli esercizi che aderiranno alla campagna “No Slot”.

La mozione, infine, chiede all’amministrazione di adottare un regolamento comunale che, tra l’altro, comprenda l’obbligo da parte del personale operante nell’esercizio della verifica della maggiore età delle persone che accedono tramite esibizione di un documento di identità.

“Si tratta di un’importante presidio per la salute e la legalità, – afferma Carlisi – un aiuto per tutti quei cittadini che, cadendo nella ludopatia, mettono a rischio anche i loro rapporti familiari e sociali con gravi ripercussioni economiche sul fragile equilibrio agrigentino”.

Commenta su Facebook