Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Il primo ministro britannico Theresa May l’8 gennaio ha nominato Matt Hancock come segretario alla cultura, una scelta che potrebbe favorire l’industria del gioco d’azzardo britannica.

Nel suo nuovo ruolo, Hancock guiderà il Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport (DCMS), oltre ad assumersi la responsabilità per ippica e il gioco d’azzardo.

Secondo il Racing Post, Hancock sovrintenderà anche al completamento della riforma del prelievo nel Regno Unito, e la sua precedente attività sul gioco d’azzardo potrebbe servire da indicazione  di ciò che il mercato può aspettarsi.

Nel 2012, Hancock ha introdotto la legge sul gioco d’azzardo offshore, una proposta di legge  ​​che stabiliva un piano per emendare la legge sul gioco d’azzardo del 2005 .

Anche se il disegno di legge non è diventato legge in quel momento, le proposte incluse nel disegno di legge offrono una visione di come Hancock, il cui collegio elettorale parlamentare include l’ippodromo di Newmarket, possa avvicinarsi alla riforma.

Rachel Hood, ex presidente della Racehorse Owners Association, ha affermato che Hancock ha svolto un ruolo importante nel far pressione sul governo per esaminare una riforma dell’attuale sistema di prelievo.

Anche Paul Darling, presidente dell’Associazione dei bookmaker britannici, si è espresso a favore della nomina: “Hancock ha una piena comprensione del settore e delle sue dinamiche e non vediamo l’ora di lavorare con lui”.

A prescindere dalla tassa, Hancock sembra destinato a svolgere un ruolo importante nella consultazione in corso al DCMS sulla revisione governativa dell’intero settore del gioco d’azzardo, che include piani per ridurre la quota massima sui terminali di scommesse a quota fissa (FOBT).

 

Commenta su Facebook