“Non avevo mai vinto un match sull’erba prima di quest’anno a Wimbledon ma più passa il tempo più mi trovo a mio agio”. Jannik Sinner (nella foto) ha commentato così il suo approdo ai quarti di finale nel tempio del tennis dopo aver sconfitto, in un match bellissimo, Carlos Alcaraz. I due fenomeni della Next Gen hanno dato spettacolo e ora l’azzurro si troverà di fronte, domani nei quarti di finale del torneo, una montagna gigantesca che risponde al nome di Novak Djokovic. Il tennista serbo è reduce da tre vittorie consecutive a Wimbledon e non perde, sul campo, una gara dal terzo turno del 2016 contro Sam Querrey. L’anno successivo Nole fu costretto ad abbandonare per infortunio. Da allora il tennista di Belgrado non ha più conosciuto sconfitta sui campi di Wimbledon e va a caccia del settimo titolo a Londra.

Tutti numeri che fanno pendere il pronostico dalla parte di Djokovic, favoritissimo per gli esperti Sisal che lo vedono vincente a bassa quota, 1,12. Sinner, che sta acquisendo sempre più dimestichezza con la superficie veloce, dovrà cercare il match della vita anche perché pareggiare la sconfitta sul rosso di Montecarlo lo scorso anno, unico precedente in carriera tra i due. Il successo dell’azzurro, che volerebbe così in semifinale, si gioca a 6,00.

Nonostante Djokovic parta nettamente avanti nei confronti di Sinner, potrebbe uscir fuori un match lungo e tiratissimo: ecco perché un 3-2 a favore del Djoker è offerto a 6,25 mentre lo stesso risultato esatto ma per il tennista azzurro pagherebbe 15 volte la posta.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.

Articolo precedenteGermania, DSWV: gioco online, il nuovo regolatore federale deve “intervenire ora” per fermare il mercato nero
Articolo successivoSenato, Commissione d’inchiesta sul gioco: giovedì l’audizione del Presidente della Conferenza delle Regioni