L’acquisizione da parte di Flutter Entertainment dell’italiana Sisal è complementare al profilo aziendale del gruppo attivo nel settore del gaming internazionale “poiché la maggior parte dei ricavi di Sisal sono generati da operazioni online che trarranno vantaggio dall’accesso al pricing, alla gestione del rischio e alla tecnologia di Flutter“. Lo afferma Fitch Rating in un commento all’operazione annunciata la settimana scorsa, che ha posto fine alle speranze di vedere Sisal a Piazza Affari.

L’aggiunta dell’Italia come grande mercato regolamentato dei giochi non solo aumenterà le dimensioni di Flutter, ma accrescerà la diversificazione geografica di Flutter, riducendo la concentrazione delle entrate sul mercato del Regno Unito e “aumentando la resilienza a potenziali normative avverse in qualsiasi giurisdizione particolare”, sottolinea l’agenzia di rating. Poiché le due società hanno un mix di prodotti di gioco e scommesse simili, Flutter potrà espandersi vendendo i propri prodotti nei mercati di Sisal.

“Rispetto a qualsiasi potenziale attività di M&A in un mercato come quello statunitense, dove la redditività operativa di molte società deve ancora raggiungere margini positivi, l’acquisizione di Sisal dovrebbe fornire un contributo positivo significativo all’EBITDA – evidenzia Fitch – Ciò dovrebbe in parte compensare l’aumento del debito”.

(TELEBORSA)