Una serie di nuove regole sono state adottate in Cina per il contenuto dei videogiochi, tra queste c’è il divieto di giocare a poker e ai titoli di Mahjong.

Le restrizioni, svelate dall’amministrazione statale di recente, vietano anche i giochi basati sulla storia imperiale della Cina e qualsiasi manifestazione di sangue o con cadaveri. Il divieto per poker e Mahjong rischia di essere particolarmente dannoso, la società di ricerca Niko Partners stima che il 37% degli 8.561 giochi approvati in Cina nel 2017 si basano sui popolari giochi di carte e tessere.

Il divieto arriva dopo una serie di controlli sulle applicazioni di poker online svolti l’anno scorso, tutte le app che prevedevano qualsiasi forma di gioco di poker sociale sono state chiuse e rimosse dagli app store. Le autorità hanno annunciato, inoltre, che il poker non è più riconosciuto come uno sport competitivo.