All’ippodromo San Paolo è previsto un dicembre ricco di corse, sono infatti in arrivo 8 giornate di trotto fra cui una tris nazionale. Si inizia questo weekend e si termina il 30 dicembre, sempre che non arrivi un’altra riunione magari sotto capodanno.  Gli amanti dei cavalli e delle corse al trotto non possono non segnarsi queste date di dicembre: venerdì 2 e domenica 4, venerdì 9 (giornata con corsa Tris) e domenica 11, venerdì 16 e domenica 18, quindi  venerdì 23 e 30.

Questo il calendario ufficiale di dicembre 2022. A meno che non ci siano sorprese il San Paolo quest’anno finirà con l’offrire 47 giornate di corse al trotto fra cui 6 tris, senza dimenticare la magia di prestigiosi gran premi, oltre a due appuntamenti unici e memorabili come il Campionato Italiano Guidatori Trotto, appuntamento clou dell’estate, e il Palio dei Comuni, che a novembre ha portato a Montegiorgio i migliori cavalli da trotto italiani e esteri, infiammando i comuni del centro Italia. Ultimo mese di corse, per questo 2022 pieno di grandi emozioni, e quindi da non lasciarsi scappare. In tutte le giornate sarà possibile seguire le corse dal ristorante panoramico Le Terrazze, mentre chi ha più fretta può approfittare dell’osteria e pizzeria Il Borgo, gestito dagli amici di Beer Friends. L’appuntamento con la 40° giornata arriva venerdì 2 dicembre, a partire dalle 13:30, con 6 corse dedicate ai grandi trottatori.

Il Centrale è dedicato al fuoriclasse del trotto, Varenne, il cavallo più forte di tutti i tempi, che ha disputato 58 gare vincendone ben 48. La sua fama lo ha fatto diventare una leggenda, già nel 2000 girava l’Europa e il mondo competendo e vincendo ovunque. Non solo gloria e risonanza mediatica, infatti, è di oltre 6 milioni di euro il monte premi vinto. Ancora oggi detiene il record di vincita. Il Capitano, questo il suo nome di battaglia, è l’unico ad aver ricevuto il titolo di “miglior cavallo dell’anno” in 3 nazioni diverse: Italia, Francia e USA. Termina la carriera agonistica nel 2002 come ha iniziato, con una inattesa sconfitta. Il destino fa strani giri a volte. Così a soli 7 anni inizia la sua seconda vita da stallone da riproduzione. Oggi è ancora fra i più richiesti. Ha 2500 figli, molti dei quali a loro volta campioni.

Da settembre dell’anno scorso (2021) è stata allestita la “Casa di Varenne”. Le altre 5 corse della giornata sono dedicate a campioni come Princess Grif, Lana Del Rio, Lisa America, Napoleon Bar e Pascià Lest. Domenica 4 dicembre, sempre alle ore 13:30, il cartellone prevede 7 corse con il centrale dedicato a Edy Gubellini, un mito dell’ippica italiana. È morto a 80 anni, nell’agosto del 2015. Era figlio d’arte (il padre Pietro era stato anche il fantino di Nearco), aveva cominciato la sua carriera nel mondo del galoppo per poi passare al trotto.

Alessia Mattii, presidente e amministratore dell’Ippodromo San Paolo
Articolo precedenteIl Gaming in Italia, Osnato (FdI): “Il settore ha diritto a stabilità e chiarezza. Decreto Dignità espressione di come la politica può fare danni”
Articolo successivoGioco pubblico, I-Com: “Il settore torna a crescere dopo la flessione del 2020. Aumenta l’online, ma anche il mercato illecito”