Dopo un 2022 con tante soddisfazioni dal punto di vista sportivo, la Federazione Italiana Sport Equestri ha presentato al Roma Polo Club gli eventi della stagione 2023, “l’ultimo anno per accedere alle Olimpiadi di Parigi 2024, quindi è particolarmente importante per la Federazione. L’obiettivo principale è quello di raggiungere la qualifica nel salto ostacoli, che ci manca da Atene 2004”, ha detto il presidente Marco Di Paola, presente alla  conferenza stampa insieme al segretario generale, Simone Perillo, e al direttore sportivo delle discipline olimpiche, Francesco Girardi.

Proprio il salto ostacoli, sarà protagonista dei campionati europei di Milano, in programma all’ippodromo Snai San Siro dal 29 agosto al 3 settembre, dove sarà possibile per la selezione italiana conquistare quel pass olimpico assente da vent’anni. Tanti gli eventi sul territorio nazionale da segnare sul calendario, come i Campionati d’Europa giovanili di salto ostacoli a Gorla Minore (10-16 luglio) e i campionati d’Europa Junior/Young Rider di Montelibretti (14-17 settembre).

Il 2023 arriva dopo un anno in cui l’Italia ha ospitato i Campionati del Mondo di Pratoni del Vivaro, un evento importantissimo per la FISE, che ha richiesto un grosso sforzo a livello organizzativo. “Sicuramente c’è stato un grande sforzo organizzativo e una grossa sfida economica, aggravata dalle incognite esterne. Nel 2023 saremo in prima linea nell’organizzazione di Piazza di Siena e dei campionati Europei di Milano, un appuntamento strategico per gli obiettivi che ci siamo posti”, ha sottolineato il segretario generale Perillo.

Articolo precedenteTotocalcio, ecco il palinsesto 28-30 gennaio
Articolo successivoL’industria britannica sostiene con entusiasmo EAG, registrato aumento delle presenze a due cifre