“Le entrate tributarie e contributive nei primi quattro mesi del 2020 evidenziano nel complesso una diminuzione del 2,6% (-5.496 milioni di euro) rispetto all’analogo periodo dell’anno 2019”. E’ quanto comunica il Mef.

“Il dato tiene conto della variazione negativa del 3,1% (-4.133 milioni di euro) delle entrate tributarie e della diminuzione delle entrate contributive dell’1,8% (-1.363 milioni di euro). L’andamento di questo ultimo componente risulta influenzato dal fatto che nel 2019, nell’ambito della procedura di revisione del sistema tariffario dell’INAIL, è stato disposto lo slittamento al mese di maggio della rata dei premi assicurativi ordinariamente versata nel mese di febbraio. La diversa tempistica dei versamenti rende ancora non omogeneo il confronto degli incassi relativi al primo quattro mesi del 2020 con quelli dell’analogo periodo dell’anno precedente; eliminando tale disallineamento le entrate contributive nel mese di aprile registrano una diminuzione del 5,6%. L’importo delle entrate tributarie comprende anche i principali tributi degli enti territoriali e le poste correttive, quindi integra il dato già diffuso con la nota del 5 giugno scorso.

Tra le imposte indirette, per quanto riguarda le entrate tributarie del bilancio dello Stato (competenza giuridica), le entrate di lotto e lotterie ammontano a 3.196 milioni di euro registrando una flessione pari a -1.857 milioni di euro (-36,8 per cento) a causa della sospensione dei giochi, a partire dal 21 marzo 2020 e per tutto il mese di aprile, sull’intero territorio nazionale“.