Al Fisco dichiarava un reddito di 13 mila euro, ma la Guardia di Finanza ha scoperto che aveva disposizione una Ferrari 360, una Mercedes SL 350 e due immobili a Quarto d’Altino, mentre al Casinò di Venezia si era giocato più di 400mila euro.

Un imprenditore è finito sotto processo per evasione fiscale in relazione alla dichiarazione dei redditi presentata per l’anno 2010. Nel capo d’imputazione contestato dalla Procura, all’imprenditore viene contestato di aver evaso le imposte sui redditi per l’ingente importo di quasi 188mila euro in un solo anno.

Lo riporta ilgazzettino.it.

La casa da gioco ha comunicato agli investigatori la presenza di numerosi assegni cambiati dall’imprenditore nel corso di una trentina di occasioni, per un ammontare complessivo superiore ai 400 mila euro. Denaro da lui giocato, che le Fiamme Gialle hanno considerato provento di evasione fiscale. Il Casinò ha riferito di una sola occasione in cui consegnò un assegno di 10 mila euro all’imprenditore, ma altre vincite potrebbero essere state riscosse in contanti.