Una tabaccaia della provincia di Viterbo è stata condannata a due anni di reclusione con l’accusa di peculato per aver trattenuto indebitamente circa 95mila euro proventi del “10eLotto”. Ieri la sentenza di primo grado, dopo che la pm aveva chiesto una condanna a 3 anni di reclusione. La vicenda risale al 2012.