Il Questore della Provincia di Belluno ha sospeso per sette giorni la licenza di un bar ad Auronzo di Cadore. Il provvedimento, che dispone la temporanea chiusura dell’esercizio, è conseguenza di un controllo effettuato dalla Guardia di Finanza, che ha rilevato all’interno del bar sei apparecchi “new slot” le cui caratteristiche non erano conformi a quanto previsto dalla legge.

In particolare gli apparecchi erano messi a disposizione del pubblico privi del necessario nulla osta all’utilizzo e del collegamento alla rete internet. Quest’ultima caratteristica impediva il monitoraggio da parte dei Monopoli di Stato del volume delle giocate e quindi il conseguente prelievo fiscale. Il controllo dei finanzieri ha portato all’immediato sequestro delle apparecchiature, di un congegno per cambiare i soldi e all’emissione di una sanzione amministrativa di 6.000 euro.

Commenta su Facebook