A seguito di un’azione esecutiva che prevede la sospensione dell’attività di un casinò online, con conseguente multa da 3,8 milioni di sterline, l’industria del gioco d’azzardo britannica è stata nuovamente avvertita che la Gambling Commission “utilizzerà tutti gli strumenti a sua disposizione per garantire la sicurezza dei consumatori”.

Anche la società Genesis Global Limited, che gestisce 14 siti web tra cui genesiscasino.com, casinoplanet.com e casinocruise.com, ha infatti ricevuto un avvertimento dalla Commissione ed è stata sottoposta a ulteriori controlli approfonditi. L’operatore è stato sospeso dall’attività in Gran Bretagna dopo che le indagini hanno rivelato significative mancanze in materia di responsabilità sociale e antiriciclaggio. Tre mesi dopo la sospensione è stata revocata a seguito di significativi miglioramenti della conformità, ma l’indagine della Commissione è proseguita e oggi si è conclusa con una multa da 3,8 milioni di sterline, un avvertimento e una condizione di licenza aggiuntiva che richiede un ulteriore controllo.

Helen Venn, Direttore Esecutivo della Gambling Commission, ha dichiarato: “Tutte le aziende di gioco d’azzardo dovrebbero prestare molta attenzione a questo caso. La Commissione utilizzerà tutti gli strumenti a sua disposizione per garantire la sicurezza dei consumatori e ciò si estende fino all’arresto effettivo di un’impresa. Il mancato rispetto delle regole volte a mantenere il gioco d’azzardo sicuro e libero dalla criminalità non sarà mai un’opzione commerciale praticabile per le aziende di gioco d’azzardo in Gran Bretagna”.

Di seguito le infrazioni rilevate in materia di responsabilità sociale: non è stata effettuata alcuna interazione di gioco responsabile significativa o non sono state poste restrizioni effettive sull’account di un cliente che ha speso £ 245.000 in tre mesi. Tre giorni dopo la registrazione, Genesis sapeva che il cliente era un’infermiera del SSN che guadagnava £ 30.000 all’anno; non è stata svolta alcuna interazione di gioco responsabile significativa o non è stata accertata la disponibilità economica di un cliente che ha perso £ 197.000 in sei mesi. Lo stesso giorno in cui il cliente ha chiuso il suo conto, affermando che voleva trascorrere più tempo con la sua famiglia, gli è stato permesso di aprire un altro conto con l’azienda e depositare £ 200; non è stata svolta alcuna interazione di gioco responsabile significativa o non è stata accertata la disponibilità economica di un cliente che ha perso £ 234.000 in un periodo di sei settimane.

Di seguito le infrazioni rilevate in materia di antiriciclaggio: è stata richiesta la fonte dei fondi solo dopo che un cliente aveva perso £ 209.000. Prima di questo Genesis aveva stimato che il cliente guadagnasse £ 111.000 all’anno perché il consumatore aveva detto loro che era un regista e questo era lo stipendio medio dei direttori a Londra. L’operatore non ha tenuto conto che la società era inattiva e che esiste un’ampia gamma di stipendi per i direttori. Genesis inoltre non ha verificato le informazioni fornite dal cliente per comprovare il livello di spesa; un cliente ha potuto depositare oltre £ 1.300.000 e perdere £ 600.000 prima di eseguire sufficienti controlli sulla fonte dei fondi. Il cliente ha fornito a Genesis la documentazione tra cui un estratto conto bancario che mostrava depositi sul conto per un valore di £ 23.000 e pagamenti per un valore di £ 27.000, chiaramente non sufficienti per supportare quei livelli di gioco; a un cliente è stato permesso di perdere £ 107.000 in sei mesi senza eseguire sufficienti controlli sulla fonte dei fondi. Genesis si è basata sull’affermazione che i soldi del cliente provenivano da un assegno dei genitori che possedevano fabbriche all’estero e non ha verificato queste informazioni. Il cliente ha fornito una serie di estratti conto, tuttavia, questi non hanno evidenziato alcuna fonte di reddito ma hanno mostrato transazioni con altri operatori di gioco d’azzardo.

Leggi qui la sanzione completa prevista per Genesis Global Limited.