“All’inizio di quest’anno, abbiamo chiesto alle parti interessate in merito ai passaggi che gli operatori remoti dovrebbero essere tenuti a intraprendere per identificare e proteggere i clienti a rischio di danni. Ciò faceva parte di un programma di lavoro di lunga durata per rendere il gioco d’azzardo online più equo e sicuro. I nostri requisiti attuali impongono agli operatori remoti il ​​compito di monitorare il gioco d’azzardo e agire in caso di rischio di danno. Avevamo identificato nel nostro lavoro sul caso che, mentre gli operatori remoti avevano la capacità di interagire con coloro che subivano danni, non sempre lo facevano o agivano abbastanza rapidamente. Volevamo ricevere feedback su regole più severe per affrontare questo problema, come i requisiti per agire quando gli operatori online sanno che un cliente si trova in una situazione vulnerabile e per mettere in atto alcune soluzioni automatizzate. Abbiamo anche chiesto prove sulla spesa, sul tempo e su altre soglie a cui dovrebbero essere effettuati i controlli o le azioni. Le proposte si applicavano solo al gioco d’azzardo online – non su binari o in locali di gioco – e fanno parte del nostro continuo lavoro per migliorare la protezione dei consumatori nel gioco d’azzardo online. Abbiamo ricevuto circa 13.000 risposte (1.000 risposte alla nostra consultazione completa e alla richiesta di prove e 12.000 al nostro breve sondaggio) e abbiamo analizzato le prove e considerato ciò che hanno detto gli intervistati. Questo è un aggiornamento sui nostri progressi e sui prossimi passi”.

E’ quanto comunica la Gambling Commission britannica.

“Abbiamo considerato attentamente le risposte alle proposte su cui abbiamo effettuato la consultazione e l’invito a presentare prove. Molte persone pensano che dovrebbero essere previste protezioni per i più vulnerabili e che dovrebbero essere effettuati controlli appropriati per identificare e prevenire casi di gioco d’azzardo chiaramente inaccessibili. Molti intervistati hanno sottolineato che le misure dovrebbero essere proporzionate e mirate a coloro che sono a rischio di danni. Allo stesso tempo, i clienti erano anche preoccupati per la privacy e la libertà di scelta. Lo prendiamo sul serio.

Vogliamo raggiungere il giusto equilibrio e abbiamo ascoltato le preoccupazioni su ciò che potrebbe essere visto come una valutazione non necessaria del tempo e del denaro spesi nel gioco d’azzardo. Tuttavia, continuiamo a vedere molti gravi fallimenti nei confronti dei clienti nei nostri casi e dobbiamo agire subito per affrontare i rischi più significativi. Ciò include i clienti che spendono migliaia di sterline in brevi periodi di tempo e i clienti vulnerabili che vengono danneggiati.

Abbiamo concluso che sono necessari requisiti più rigorosi per gli operatori per identificare una serie di indicatori di danno e intraprendere le azioni appropriate più spesso e in una fase precoce. Dal nostro lavoro sui casi e dalle prove sulla spesa finanziaria, abbiamo identificato che ci sono tre rischi chiave a cui la Commissione sta dando la priorità per l’azione:

Perdite significative in brevissimo tempo

Casi in cui i clienti sono stati in grado di spendere molte migliaia di sterline in brevi periodi, minuti compresi, senza alcun controllo. Questi casi sono relativamente rari ma hanno impatti molto significativi sui consumatori interessati. Ad esempio, in un caso recente un cliente ha perso quattromila sterline in sei minuti dopo l’iscrizione.

Significative perdite nel tempo

Quando i clienti subiscono perdite significative per un periodo di tempo senza una valutazione sufficiente del fatto che siano stati danneggiati. Perdite significative nel tempo sono subite da una percentuale relativamente piccola di clienti ed è opportuno richiedere controlli per questi clienti. Un esempio di ciò nel nostro caso è stato quando un cliente ha perso trentacinquemila sterline in due mesi, senza che fossero stati effettuati controlli sufficienti.

Vulnerabilità finanziaria

Dove sono disponibili informazioni che mostrano quando i clienti sono particolarmente vulnerabili dal punto di vista finanziario e possono essere danneggiati dal loro livello di gioco d’azzardo.

I nostri prossimi passi saranno: pubblicare una risposta completa quest’estate illustrando le nostre azioni dettagliate sulle aree sulle quali abbiamo precedentemente avanzato proposte di consultazione, incluso il requisito di agire in cui i clienti sono noti per essere in una situazione di vulnerabilità, il requisito di agire in modo tempestivo e, in alcuni casi, che l’azione sia automatizzata. Procederemo inoltre come pianificato con una consultazione sulle soglie affinché gli operatori intraprendano azioni e orientamenti sui quali dovrebbero esserci tali azioni. Continuare a lavorare a stretto contatto con DCMS per fornire consigli e prove alla revisione della legge sul gioco d’azzardo del governo, riconoscendo che le domande di politica pubblica più ampie su come proteggere le persone dai danni saranno considerate come parte della revisione. Continuare a interagire con i consumatori, il settore finanziario e l’industria del gioco d’azzardo sulle informazioni sui clienti che dovrebbero essere disponibili per le imprese di gioco d’azzardo. Continuare il nostro programma di lavoro più ampio per sostenere la prevenzione dei danni, compreso il lavoro per garantire che gli strumenti esistenti per la definizione dei limiti di deposito siano utilizzati in modo più ampio ed efficace. Forniremo ulteriori aggiornamenti quando verrà avviata la prossima consultazione. Nel frattempo, ci aspettiamo che gli operatori remoti soddisfino gli attuali requisiti di interazione con i clienti della Commissione”.