olandese
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Alla fine dello scorso anno, la Netherlands Gaming Authority ha visitato trenta sale giochi per verificarne la conformità. Solo in tre su trenta non sono state riscontrate violazioni. “Non si sa quante delle sale giochi che sono state ispezionate facciano parte dell’associazione commerciale VAN”, ha spiegato in un comunicato l’autorità di gioco olandese.

Molte sale giochi, quindi, non soddisfano i requisiti. Questa è la conclusione a cui è giunta la Netherlands Gaming Authority in seguito ad un’azione di supervisione su larga scala effettuata il 5 e 6 ottobre 2017 nelle quattro province settentrionali. Da aprile, l’Autorità di gioco verificherà se le sale in questione avranno apportato miglioramenti.

Durante i controlli, l’autorità si è soffermata in particolare sugli ingressi (per entrare in una sala da gioco è necessario avere 18 anni), sullo staff, che deve soddisfare degli specifici requisiti di formazione e sull’attuazione di politiche di prevenzione della dipendenza da gioco. In totale sono state riscontrare 38 violazioni: tredici sale giochi non effettuavano un controllo all’accesso, venti non rispettavano le regole sulla prevenzione della dipendenza da gioco e cinque avevano sbagliato qualcosa nella formazione del personale. Delle trenta sale da gioco, solo tre hanno quindi completamente rispettato i regolamenti.

Le sale giochi non in regola hanno ricevuto tutte una lettera in cui sono stati segnalati i loro difetti. L’Autorità di gioco controllerà casualmente, a partire da aprile, se le sale in questione avranno apportato dei miglioramenti. In caso negativo, verrano presi provvedimenti che variano da una stretta supervisione fino al ritiro della licenza.

Non si sa al momento quante delle sale giochi controllate facciano parte dell’organizzazione VAN. L’Autorità di gioco e la VAN stanno collaborando con l’obiettivo di promuovere congiuntamente un miglioramento della sicurezza in queste strutture.

L’Autorità di gioco, nella sua agenda di supervisione 2018-2019, ha infatti dichiarato come prioritaria la protezione dei giovani nei confronti del gioco d’azzardo. La direttrice Marja Appelman venerdì 5 febbraio ha tenuto un discorso agli IMGL, l’appuntamento annuale dell’industria del gioco, sottolineando che la ricerca ha mostrato come i giovani olandesi tra i 16 e 17 anni siano sempre più avvezzi al gioco. Appelman ha quindi invitato i fornitori di giochi a fare di più  per impedire ai giovani di partecipare al gioco d’azzardo. Ha anche annunciato che l’Autorità di gioco controllerà quest’anno che i fornitori di giochi d’azzardo tengano i minori fuori.

Commenta su Facebook