Stando a quanto riportato dal quotidiano svedese Aftonbladet, notizia successivamente ripresa dalla Gazzetta dello Sport, l’attaccante svedese del Milan, Zlatan Ibrahimovic, avrebbe violato le norme Fifa e Uefa in quanto comproprietario di un marchio di scommesse sportive. Il giocatore, attraverso una sua società, sarebbe titolare del 10% delle azioni della società che è unico azionista del marchio di scommesse in questione, con sede legale a Malta.

I due colossi del calcio mondiale non permettono ai giocatori prendenti parte alle loro competizioni di investire in alcuni campi, in particolar modo in quello delle scommesse. Nel caso in cui arrivasse la conferma del possedimento delle quote del marchio di scommesse, il calciatore rischierebbe più di 100mila euro di multa. Potrebbe poi arrivare in seguito una sospensione di 3 anni dal mondo del calcio.