L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli pubblica una circolare contenente una serie di chiarimenti sulla regolamentazione degli apparecchi da intrattenimento.

Regolamentazione relativa agli apparecchi senza vincita in denaro di cui all’art. 110, comma 7 del TULPS –

Come noto, l’articolo 104 del decreto legge 14 agosto 2020, n.104, convertito con modificazioni con legge 13 ottobre 2020, n. 126ha sostituito il comma 7ter dell’art. 110 del TULPS disponendo che “Con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze è determinata la base imponibile forfetaria dell’imposta sugli intrattenimenti di cui all’articolo 14bis, comma 5, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 640, e con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli sono definite le regole tecniche finalizzate alla produzione degli apparecchi di cui al comma 7 nonché la regolamentazione amministrativa dei medesimi, ivi compresi i parametri numerici di apparecchi installabili nei punti di offerta, così come definiti dalla normativa vigente”.Con determinazione direttoriale n. 151294 del 18.05.2021, esperita la procedura di informazione comunitaria, sono state definite le regole tecniche per la produzione, l’importazione e la verifica dei predetti apparecchi, la cui entrata in vigore è stata fissata al 1° giugno 2021. Per l’effetto, tutti gli apparecchi da intrattenimento senza vincita in denaro sono classificati entro le categorie individuate dalle lettere a), c), cbis) e cter) del comma 7 dell’art. 110 del TULPS; fra queste si collocano anche gli apparecchi di cui all’art. 14bis del DPR n. 640/1972 riconducibili ai comuni biliardi, agli apparecchi elettromeccanici, meccanici ecc...La determinazione indica irequisiti comuni alle varie categorie di appartenenza degli apparecchi e i requisiti che tengono conto della specifica categoria considerata, ne chiariscele modalità di funzionamento e dà disposizioni in ordine alla verifica tecnica finalizzata a valutarne la conformità alle norme vigenti, nonché alla documentazione tecnicoamministrativa necessaria allo scopo.All’interno del provvedimento trovano compiuta regolamentazione siagli apparecchi c.d. “ticket redemption”, caratterizzati dall’erogazione di tagliandi direttamente, durante o immediatamente dopo la conclusione della partita, sia i “grandi simulatori”, da inquadrarsi fra gli apparecchi riconducibili alla categoria comma 7, lett. c) e cter), le cui caratteristiche sono indicate nel provvedimento. Entrambe le categorie di apparecchi, alla pari degli altri, sono soggette a certificazione ai fini dell’immissione in commercio.….LEGGI la circolare