Il National Bureau of Investigation (NBI) filippino ha comunicato che le persone che giocano nei casinò del Paese dovrebbero essere diffidenti nei confronti delle persone non collegate alle gestioni dei casinò che li avvicinano offrendo prestiti. 

L’avvertimento dell’NBI  giunge a seguito una recente indagine su un presunto rapimento di tre cinesi che sembra siano stati detenuti contro la loro volontà in una stanza d’albergo nella città di Parañaque per non aver rimborsato prestiti per il gioco d’azzardo.

Citando le indagini del Bureau, il governo filippino ha riferito che alle vittime è stato chiesto di pagare 7 milioni di Peso filippino (PHP), una cifra corrrispondente a circa 120mila Euro che comprendeva il capitale prestato e l’interesse del prestito per 1.5 milioni di PHP.

Secondo le ultime informazioni disponibili dall’ufficio di Segretario della Sicurezza di Macau, le autorità locali hanno registrato un totale di 128 casi di sospetta usura nei primi tre mesi di quest’anno, in aumento del 25,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I casi sospetti di detenzione illegale legati all’usura sono aumentati del 37,3% su base annua e risultano 81 solo nel primo trimestre del 2019.

Commenta su Facebook