Adm rende noto che “tra i posti dirigenziali di livello non generale è disponibile anche quello dell’Ufficio Giochi numerici e lotterie della Direzione Giochi. Le manifestazioni di disponibilità dei dirigenti di seconda fascia appartenenti al ruolo di questa Agenzia dovranno essere presentate entro e non oltre il 19 giugno 2020. (…) Le manifestazioni di disponibilità, validamente sottoscritte e corredate di curriculum vitae in formato europeo nonché di copia di un valido documento di identità, dovranno essere prodotte secondo lo schema allegato e dovranno essere recapitate alla Direzione Personale, Ufficio Dirigenti, Via Mario Carucci, 71, 00143 Roma tramite posta elettronica all’indirizzo [email protected]

Per la posizione dirigenziale in questione potranno essere prese in considerazione le
manifestazioni di disponibilità presentate ai sensi dell’articolo 19, commi 5 bis, del D.Lgs. n. 165/2001 da dirigenti di seconda fascia. Per l’eventuale conferimento di incarichi ai sensi della norma suddetta, si terrà conto, in particolare, dell’esperienza professionale maturata nell’amministrazione di appartenenza e delle altre esperienze di direzione acquisite, attinenti all’oggetto dell’incarico da conferire. Potranno poi essere prese in considerazione anche le manifestazioni di disponibilità presentate ai sensi dell’articolo 19, comma 6, del D.Lgs. n. 165/2001 da soggetti non appartenenti al ruolo dirigenziale di questa Agenzia. Per l’eventuale conferimento del relativo incarico si terrà conto delle condizioni e delle prescrizioni recate dalla medesima disposizione, avuto riguardo all’oggetto dell’incarico da conferire.

Le manifestazioni di disponibilità prodotte da soggetti non appartenenti ai ruoli dell’Agenzia, dovranno essere corredate dell’informativa ai sensi dell’art. 13 GDPR debitamente compilata e sottoscritta. La mancata compilazione e sottoscrizione della scheda di informativa allegata equivale a mancata prestazione del consenso al trattamento dei dati nei termini previsti per la presentazione delle candidature e comporterà l’impossibilità di procedere alla valutazione delle stesse. La valutazione delle manifestazioni di disponibilità potrà comprendere – per le professionalità che a seguito di disamina delle istanze e dei curricula presentati risultino di interesse anche sulla scorta della tipologia e del voto di laurea – un colloquio valutativo per una verifica delle attitudini, delle esperienze e delle capacità professionali nonché del livello di conoscenza della lingua inglese, da sostenere presso la struttura centrale di questa Agenzia. Il colloquio valutativo sarà condotto da apposita Commissione presieduta dal Direttore Generale, dott. Marcello Minenna e composta altresì dal Direttore centrale Personale, dott. Rocco Flore, dal Direttore centrale Dogane, Ing. Roberta de Robertis, e dal Direttore centrale Antifrode e Controlli, dott. Maurizio Montemagno”.

LEGGI L’AVVISO