I carabinieri di Biancavilla (CT) hanno arrestato un uomo del posto per spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione di materiale esplodente, esercizio abusivo di attività di gioco e scommesse. Nell’ambito di un’attività finalizzata alla repressione dell’esercizio dei giochi d’azzardo, i militari, unitamente a personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato di Catania, hanno effettuato un controllo presso un locale adibito a “sala slot machine”.

Proprio mentre stavano facendo ingresso nel locale, i militari hanno colto l’arrestato mentre stava cedendo una dose di marijuana ad un avventore, che a sua volta è stato segnalato alla Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti.

La successiva perquisizione all’interno del locale ha permesso di rinvenire un’ulteriore quantità della stessa sostanza stupefacente per un peso di circa 10 grammi, un bilancino di precisione e 770 euro, somma ritenuta provento dell’attività di spaccio. Nel corso dell’attività, inoltre, i militari hanno inoltre rinvenuto un coltello con lama a punta da 15 centimetri, 2 artifici pirotecnici di non libera vendita dal peso complessivo di 2,4 chilogrammi, fiches da gioco, carte da poker e vari quaderni con appunti riferibili al gioco d’azzardo esercitato.

E’ stata inoltre riscontrata la presenza di 4 terminali da gioco che non erano stati collegati alla rete telematica dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, ragion per cui al titolare dell’esercizio sono state elevate sanzioni per complessivi 60mila euro. Al termine delle operazioni il locale è stato posto sequestro.