Apple ha concesso agli sviluppatori altri sei mesi per garantire che le loro app siano aggiornate per essere completamente native per iOS.

Advertisement

Gli sviluppatori di app di gioco ora hanno tempo fino al 3 marzo 2020 per sviluppare app per iOS, anziché prodotti HTML5 ospitati in un wrapper nativo. Dopo questa data, tutte le app non native verranno rimosse dall’App Store del gigante della tecnologia.

L’annuncio è stato fatto pochi giorni dopo la scadenza originale, fissata a giugno, che era il 3 settembre. A giugno, Apple ha modificato le linee guida per la revisione dell’App Store per annunciare che qualsiasi prodotto non creato appositamente per il suo sistema operativo “potrebbe non fornire accesso a giochi con denaro reale, lotterie o donazioni di beneficenza e potrebbe non supportare il commercio digitale”.

Ciò ha causato un potenziale mal di testa al settore del gioco d’azzardo, con la maggior parte delle app iOS costruite come “app contenitore” in cui un frame iOS è costruito attorno a un prodotto HTML5. Questa pratica è stata diffusa nel settore, poiché è meno costosa e richiede meno tempo per essere sviluppata.

Le aziende che non riusciranno a sviluppare app iOS entro la scadenza non solo dovranno ritirare le loro app dall’App Store, ma probabilmente vedranno Apple rifiutare gli aggiornamenti di app non conformi. È anche probabile che i clienti non saranno in grado di scaricare gli aggiornamenti per i prodotti già installati sui loro telefoni.