Denunciati a piede libero alle Procure della Repubblica presso i Tribunali di Catania e Messina i gestori di sei Internet Point.

Nell’ambito dei controlli finalizzati alla prevenzione e alla repressione delle violazioni in materia di scommesse sportive on-line e a garantire il rispetto delle norme a tutela del gioco lecito e responsabile, il Team di verificatori dei funzionari ADM di Palermo, Catania e Messina hanno eseguito una serie di controlli, nelle province di Catania e Messina, nel corso dei quali sono stati scoperti sei Internet Point abusivi.

Tutti i gestori dei locali, privi di qualsiasi autorizzazione rilasciata dalle Questure competenti che avevano loro negato la licenza per l’esercizio delle scommesse, effettuavano scommesse non consentite attraverso lo stesso noto allibratore estero, tramite il proprio P.C. e senza alcuna concessione rilasciata dall’Agenzia Dogane e Monopoli.

I punti vendita controllati sono risultati gestiti da società delle quali ben quattro dallo stesso rappresentante legale. Oltre alla segnalazione alle Procure competenti, sono state elevate sanzioni amministrative per 630.000 euro. Per tutti è stata riscontrata l’assenza del palinsesto obbligatorio disposto dall’Agenzia e la mancanza dei dati inviati alla Questura.

A Fiumefreddo di Sicilia (CT) sono stati, inoltre, sottoposti a sequestro amministrativo sei P.C., collegati a un sito online che consentiva agli utenti di poter effettuare gioco in piena autonomia tramite delle apparecchiature elettroniche.