camera
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – “Tra le varie attività criminose poste in essere la cosca Arena di Isola Capo Rizzuto aveva anche il controllo del settore dei giochi nella provincia di Crotone e nella parte ionica della provincia di Catanzaro”.

Lo ha detto il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro, Nicola Grattieri, durante l’audizione in Commissione d’inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere, facendo riferimento alla recente Operazione Jonny.

“La cosca si occupava anche di azzardo online tramite una società con sede a Malta, dove c’è una grande concentrazione di società di gioco online, un dato molto sospetto. C’è qualcosa che non va sul piano normativo, legislativo e dei controlli. Dato che Malta non dista molto dall’Italia sarebbe il caso di un approfondimento, non solo sul piano giudiziario, su cui noi ce la metteremo tutta. Anche maggiore sensibilità sul piano amministrativo e politico non guasterebbe” ha concluso Grattieri.

Commenta su Facebook