Belgio. Sono previsti importanti cambiamenti all’interno della Commissione per il gioco d’azzardo, l’ente regolatore del mercato del gioco belga.

Il ministro della giustizia Koen Geens ha preso atto dei fatti che vedono accusato un  importante funzionario della Commissione per il gioco d’azzardo ed è deciso ad intervenire. 

Venerdì scorso il ministro della Giustizia, Koen Geens, ha ricevuto la relazione del mediatore federale riguardante un’indagine su una presunta violazione dell’integrità all’interno della Commissione per il gioco. Il prima possibile la questione sarà portata all’attenzione del Consiglio dei Ministri al fine di garantire in modo ottimale la continuità e il funzionamento della Commissione di gioco. Nel frattempo Geens ha chiesto al presidente della Commissione giustizia di adottare le misure necessarie contro le persone il cui comportamento è stato messo in discussione nel rapporto del difensore civico federale al fine di preservare l’integrità del servizio stesso.

Il caso riguarda principalmente il direttore della Commissione , Peter Naessens. Il suo avvocato ha già reagito affermando che il suo cliente ha una reputazione onesta e che si difenderà da ogni accusa. Anche il segretario generale sarebbe coinvolto. Si parla di una serie di ‘omaggi’ che il funzionario avrebbe ricevuto da operatori del gioco.