A testa alta si sceglie di raccontare la propria storia, fatta di piccoli e coraggiosi passi avanti, senza chiedere nulla a nessuno. “Mi chiamo Maria, avevo appena 22 anni quando fui assunta part time come sportellista in una sala scommesse…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati