Il Tar Emilia Romagna ha respinto – tramite ordinanza – il ricorso presentato da una società contro il Comune di Riccione (RN) in cui si chiedeva l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, del provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività di sala giochi…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteBiella, 20 sindaci della provincia: “Non cambiate legge regionale sul gioco”
Articolo successivoPolonia. Cresce il mercato dell’azzardo: il 60% è ancora nell’illegalità