Il Consiglio di Stato ha accolto ben quattro ricorsi di altrettanti Comuni contro la pronucia del TAR Lombardia, riguardante i limiti orari di gioco, che in primo grado aveva annullato le restrizioni previste per 10 e Lotto e Gratta e Vinci, concedendo anche il via libera ai distributori automatici dei biglietti. I ricorsi erano stati presentati al Tar dalla Federazione Italiana Tabaccai.

Per il Consiglio di Stato i ricorsi erano volti “a contestare la competenza dei Comuni a disciplinare i giochi gestiti dai tabaccai quale conseguenza dell’appartenenza degli stessi al monopolio statale e della gestione in concessione.

Il TAR, con un ragionamento del tutto esorbitante dalla domanda proposta è entrato nel merito dell’efficacia e proporzionalità del regolamento spingendosi, peraltro, nella via impervia del sindacato sulle norme regolamentari mettendo in dubbio la stessa essenza del concetto di discrezionalità che è la garanzia della più efficace cura dell’interesse pubblico e che presuppone che la P.A. abbia la possibilità di individuare le modalità in concreto più utili a tal fine.

La sentenza impugnata, in definitiva, oltre a pronunciarsi al di là della domanda, travalica in valutazioni di merito che rappresentano la sfera libera dell’azione amministrativa discrezionale, ossia l’ambito nel quale l’amministrazione, pur sempre nel rispetto delle regole di legittimità, può determinarsi. Ciò che è concesso all’autorità giudiziaria al fine di accertare il corretto perseguimento dell’interesse pubblico, in casi come quello qui esaminato, è infatti un mero sindacato estrinseco. Il TAR, lungi dal limitarsi ad un sindacato di tipo estrinseco ha, da un lato, pronunciato su una domanda non proposta, dall’altro, nel pronunciarsi, ha effettuato un inammissibile sindacato di tipo sostitutivo.

L’appello deve quindi essere accolto e, per l’effetto, in riforma della sentenza impugnata, deve essere integralmente respinto il ricorso di primo grado”.

Articolo precedente#Astro4HER: il tavolo permanente delle donne presenta il sito e le attività messe in campo
Articolo successivoScommesse Champions League: Inter, con il Barcellona quote da impresa. Chelsea-Milan, «2» a 4,50 su StanleyBet