I funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Palermo, nell’ambito delle verifiche disposte nel settore delle scommesse sportive online, hanno effettuato un controllo presso un “punto gioco” di Catania regolarmente autorizzato per l’esercizio del gioco a distanza.

Tuttavia, nel corso della verifica è stata scoperta un’attività illecita di scommesse in quanto era possibile effettuare giocate inferiori a due euro e per eventi sportivi diversi da quelli previsti nel palinsesto ufficiale ADM, tramite alcuni bookmaker esteri privi delle autorizzazioni; inoltre, i tagliandi di gioco non riportavano le avvertenze obbligatorie inerenti al rischio di dipendenza dalla pratica di giochi con vincita in denaro.

I personal computer utilizzati per le scommesse sono stati sequestrati e al gestore, denunciato all’Autorità Giudiziaria, è stata comminata una sanzione amministrativa per un importo superiore ai 50.000 euro. Resta da quantificare l’Imposta Unica sulle scommesse non versata all’Erario, oltre alle sanzioni e agli interessi.

Articolo precedenteRoma, Polizia Locale: “Orari funzionamento VLT, 84 per cento delle sale giochi non rispetta le regole” (VIDEO)
Articolo successivoScommesse Champions League: l’Inter prova a ribaltare la corazzata Liverpool. Dzeko sfida l’amico Salah: gol del bosniaco a 3,50 su Sisal