La European Gaming and Betting Association (EGBA) ha presentato un reclamo formale per aiuti di Stato alla Commissione Europea in risposta alla proposta del Bundesrat tedesco di fissare una tassa del 5,3% sulle puntate di poker online e slot nel paese. L’EGBA ritiene che la tassa proposta violi le regole sugli aiuti di Stato dell’UE perché si applicherebbe solo agli operatori online e porterebbe a una tassazione delle puntate di poker online e slot in Germania a tassi da 4 a 5 volte superiori a quelli dei casinò terrestri.

L’EGBA, che rappresenta le principali società di scommesse online europee, ha precedentemente avvertito che la proposta di imposta online comporterebbe un vantaggio fiscale sostanziale e ingiusto per gli stabilimenti di gioco d’azzardo terrestri della Germania. In Baviera, ad esempio, la misura fiscale comporterebbe una tassazione delle puntate del poker online e delle slot con aliquote 4-5 volte superiori a quelle equivalenti nei casinò terrestri e aliquote 15 volte superiori rispetto alle slot offerte nelle sale giochi terrestri, con conseguente vantaggio fiscale di 290 milioni di euro all’anno per gli operatori terrestri dello Stato. L’EGBA ritiene che ciò costituisca un aiuto di Stato illegale ai sensi del diritto dell’UE e stima che l’entità dell’aiuto illegale per le case da gioco terrestri in Germania sarebbe di 741 milioni di euro ogni anno se la misura fiscale fosse approvata.

“In precedenza abbiamo espresso le nostre preoccupazioni sulla proposta fiscale alle autorità tedesche, ma senza alcun risultato e ora dovranno giustificare la misura ai sensi del diritto dell’UE. Apprezziamo gli sforzi compiuti negli ultimi anni per introdurre una nuova regolamentazione del gioco d’azzardo online nel paese e riconosciamo che gli operatori di gioco d’azzardo online dovranno pagare una tassa adeguata. Tuttavia, l’aliquota della tassa proposta è punitivamente alta e distorcerà la concorrenza di mercato e avvantaggerà direttamente gli stabilimenti di gioco d’azzardo terrestri tedeschi rispetto alle loro controparti online. Invitiamo i politici tedeschi a ripensare l’aliquota fiscale proposta e ad avvicinarla all’aliquota applicata ai prodotti dei casinò online in altri paesi dell’UE” ha detto Maarten Haijer (nella foto), Segretario Generale, EGBA.