“Una situazione purtroppo molto comune, che persisterà fintanto che i Comuni avranno la facoltà di applicare arbitrariamente sanzioni e regolamenti, senza la guida di una legge chiara e soprattutto uguale per tutti”. Così Sapar in merito alla decisione del Tar Sicilia che ha accolto il ricorso di una sala vlt contro l’ordinanza del Comune di Palermo sui limiti orari.