“Con riferimento alla “lotteria degli scontrini” – il cui avvio era previsto a partire dal 1° gennaio 2021 – è stato previsto un breve slittamento del termine iniziale demandando l’avvio ad un apposito Provvedimento dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, d’intesa con l’Agenzia delle Entrate, da adottare entro e non oltre il 1° febbraio 2021. E’ stata, conseguentemente, prorogata al 1° marzo 2021, la data a partire dalla quale i consumatori potranno segnalare sul portale della lotteria degli scontrini l’eventuale rifiuto da parte dell’esercente di acquisire il codice lotteria al momento dell’acquisto.

Ciò premesso, si ritiene che tale rinvio sia assolutamente insufficiente in quanto, ad oggi, un’ampia platea di operatori economici – anche a causa delle restrizioni e delle chiusure imposte dall’emergenza sanitaria in corso e dalle difficoltà operative che hanno concretamente impedito o rallentato l’intervento del personale specializzato delle società di software – non ha potuto effettuare l’adeguamento dei Registratori Telematici al fine di renderli compatibili con l’applicativo della “lotteria degli scontrini” e consentirne la partecipazione ai consumatori.

Considerati, pertanto, i pochi giorni che ancora restano a disposizione degli esercenti per adeguare i propri Registratori Telematici e considerato anche il fatto che una partenza tanto parziale della lotteria genererebbe sia rilevanti disservizi e disagi – a detrimento dei consumatori, degli operatori commerciali e dell’ordinato debutto operativo dell’iniziativa nel suo complesso – sia distorsioni della concorrenza che andrebbero a colpire, soprattutto, gli operatori di minori dimensioni e più deboli, si rende necessario un ulteriore, congruo rinvio dell’avvio della lotteria al fine di consentire il complessivo adeguamento del parco macchine”.

E’ quanto si legge nella memoria rilasciata da Confcommercio durante l’audizione nelle Commissioni riunite Affari costituzionali e Bilancio della Camera su DL Milleproroghe.