“La lotteria degli scontrini è una nuova tegola che si abbatte sulle aziende già in difficoltà”. Né è convinta la Confcommercio Portogruaro-Bibione-Caorle (VE), secondo cui oltre il 30 per cento delle attività commerciali del Portogruarese non è ancora riuscito ad adeguare il software del registratore di cassa per l’avvio di questa iniziativa.

“Non è certamente questo il momento più adatto per far partire l’iniziativa. Meglio sarebbe stato – spiega il presidente di Confcommercio Portogruaro-Bibione-Caorle, Manrico Pedrina – far coincidere l’avvio della lotteria degli scontrini con la fine dell’emergenza sanitaria, quando, si spera, vi sarà anche una ripresa della domanda, che oggi ha subito una forte contrazione a causa degli effetti economici della pandemia. Oggi invece si va a gravare di un ulteriore onere l’operatore commerciale, che già fatica a far quadrare i conti”. E’ quanto si legge su ilgazzettino.it.