Dopo un anno di fermo a causa del Covid è tornata Fieracavalli di Verona con la 123^ edizione del salone internazionale dedicato al mondo del cavallo. Anact – Associazione Nazionale Allevatori del Cavallo Trottatore, Ente riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, non poteva mancare ad una vetrina così importante.

Per l’edizione 2021 Fieracavalli si presenta con un format tutto nuovo e suddiviso in due week end consecutivi dal 4 al 7 novembre e dal 12 al 14 novembre in modo tale da permettere lo svolgimento della manifestazione con il massimo della sicurezza di tutti i partecipanti.

Sino a domenica una delegazione dell’Anact sarà presente alla 123^ edizione per rappresentare il mondo dell’allevamento del cavallo trottatore italiano e la crescita della filiera ippica.

Francesco Battistoni, sottosegretario del ministero delle Politiche agricole presente all’inaugurazione di apertura ha dichiarato: «Il Governo continua a impegnarsi per la crescita della filiera legata al cavallo. Riguardo al settore dell’ippica ci siamo spesi per riaprire in sicurezza gli ippodromi, dando la possibilità al pubblico di tornare a vedere dal vivo il mondo delle corse. E stiamo lavorando attivamente anche sul fronte del mondo allevatoriale, sempre ben rappresentato a Fieracavalli, evento internazionale strategico per la promozione del comparto. Per questo la presenza del Ministero è molto forte qui in fiera, nel padiglione 2 e nel padiglione 3, proprio per dare questo segnale di ripartenza e positività verso il futuro».