L’EGBA accoglie con favore i progressi compiuti dal Parlamento europeo, che la scorsa settimana ha approvato un testo che esprime la sua posizione in merito alla legge sui servizi digitali, e attende con impazienza i negoziati del dialogo a tre sul dossier

Nella sessione plenaria del 20 gennaio a Strasburgo, il Parlamento europeo ha approvato un testo che esprime la sua posizione in merito alla legge sui servizi digitali (DSA) dopo mesi di negoziati sul dossier. La posizione del Parlamento include misure per contrastare prodotti, servizi e contenuti illegali online, comprese procedure per rimuoverli, più opzioni per la pubblicità senza tracciamento e un divieto di pubblicità mirata verso i minori.

L’EGBA accoglie con favore l’approvazione, da parte del Parlamento, del testo che mira ad adottare norme aggiornate per internet e i suoi sforzi per rafforzare la protezione dei consumatori creando un ambiente online più sicuro per i consumatori europei, in particolare il divieto di pubblicità mirata nei confronti dei minori. Si tratta di un passo nella giusta direzione, che riveste particolare importanza per rafforzare le misure a tutela dei minori in molti settori differenziati per età, compreso il gioco d’azzardo online.

EGBA riconosce che la pubblicità del gioco d’azzardo dovrebbe essere condotta in modo socialmente responsabile e sostiene pienamente le misure che impediscono di prendere di mira i minori. Ecco perché EGBA ha introdotto nel 2020 il primo codice di condotta paneuropeo sulla pubblicità responsabile per il gioco d’azzardo online, che si concentra in particolare sulla protezione dei minori.

Inoltre, l’EGBA accoglie favorevolmente il mantenimento da parte del Parlamento del principio fondamentale del paese d’origine nel DSA, nonché un meccanismo di avviso segnalatore attendibile rigorosamente definito: per evitare abusi e rimozioni errate di contenuti online che sono stati erroneamente considerati illegali e dannosi delle libertà fondamentali. Infine, l’EGBA desidera anche sottolineare l’importanza di concedere diritti a un ricorso effettivo e il diritto dei fornitori di contenuti online di essere ascoltati, poiché i controlli e gli equilibri fondamentali sono indispensabili per i poteri di vasta portata del DSA.

Il Parlamento avvierà ora i negoziati con il Consiglio, che ha già concordato la propria posizione nel novembre 2021, e l’EGBA non vede l’ora di dare ulteriori contributi a questi negoziati.

“Accogliamo con favore i progressi del Parlamento europeo sul DSA e le sue proposte per creare un ambiente online più sicuro per i consumatori europei, in particolare vietando la pubblicità mirata ai minori. Nel settore del gioco d’azzardo online, esiste già un divieto assoluto per i minori di giocare d’azzardo e di fare pubblicità nei loro confronti in tutti gli Stati membri dell’UE. Tuttavia, accogliamo con favore l’armonizzazione proposta per vietare l’uso dei dati dei minori per annunci mirati e l’estensione di queste tutele ad altri settori”, ha detto Maarten Haijer (nella foto), Segretario Generale EGBA.