“Il 2022 per il nostro settore inizia con una notizia che conferma le nostre preoccupazioni: gli operatori di slot sono penalizzati dalle eccessive misure anti-riciclaggio. A dirlo non è solo Sapar, ma soprattutto l’Autorità bancaria Europea (EBA) che evidenzia quanto gli operatori di gioco d’azzardo siano i più colpiti negativamente da queste misure, individuando alcune soluzioni che si potrebbero intraprendere per risolvere tale problematica”. Così in una nota l’associazione.

“Risulta fondamentale garantire, anche al nostro settore, l’accesso a tutti i servizi finanziari, o quanto meno almeno a quelli di base: solo così si potrà garantire pari dignità alle nostre piccole e medie imprese. Come abbiamo avuto modo di scrivere nell’aprile 2021, basterebbe che i direttori delle filiali bancarie si facessero spiegare dagli operatori di settore come funziona il nostro lavoro.

Ancora oggi la relazione tra banche e operatori di gioco legale non è semplice e questo inficia su investimenti e crescita economico-sociale non solo degli operatori delle sale slot. La nostra speranza è che gli avvertimenti dell’Autorità bancaria Europea vengano recepiti al più presto da chi di competenza” conclude Sapar.