As.Tro ha inviato un’istanza ad oltre 30 comuni lombardi per chiedere la sospensione delle limitazioni orarie nella fase della ripartenza, in particolare nei contesti territoriali che hanno adottato tali restrizioni per le attività di gioco.

La richiesta della sospensione delle limitazioni orarie nella fase della ripartenza, si è resa necessaria soprattutto in previsione delle riaperture in totale sicurezza e nel rispetto dei protocolli anti-COVID19, in quanto le aziende hanno il preciso compito di evitare possibili assembramenti almeno fino alla totale conclusione della pandemia. Lo stesso CTS, nella persona del coordinatore, dott. Agostino Miozzi, ha fatto appello ai Sindaci affinché aiutino il sistema per controllare il territorio ed evitare assembramenti.

Le realtà imprenditoriali del comparto sono ormai chiuse da oltre 200 giorni e rischiano seriamente di arrivare al punto di non ritorno, in quanto, oltre alla crisi economica scatenata dall’emergenza sanitaria dovuta al COVID-19 si aggiungono le limitazioni territoriali a cui dovranno soggiacere dopo la ripartenza.

As.Tro – impegnata come sempre in prima linea per sostenere le imprese in questo difficile momento – si è resa, quindi, disponibile a ogni forma di confronto con le Istituzioni per fronteggiare questa emergenza.