“Dal 1 luglio sono in vigore le nuove disposizioni in materia di utilizzo del contante. Il limite di utilizzo del contante è stato rimodulato dall’art. 18 del DL 124/2019, prevedendo la possibilità di accettare contanti per pagamenti fino a 1.999,99 euro, da 2.000 euro, pertanto solo pagamenti tracciabili”. E’ quanto riferisce la Federazione Italiana Tabaccai.

“In caso di violazione, potrà essere applicata una sanzione amministrativa da 2.000 a 50.000 euro, fino al 31 dicembre 2021; da 1.000 a 50.000 euro, a partire dal 1 gennaio 2022. Nell’operatività della tabaccheria e dei normali rapporti e delle transazioni commerciali, si dovranno considerare i nuovi limiti imposti alla circolazione del contante, tenuto conto dell’importo rilevante della sanzione comminabile in caso di violazione.

Moneta elettronica

I commercianti ed i professionisti hanno l’obbligo di dotarsi del POS e di accettare, ove richiesto, pagamenti con moneta elettronica.

Tuttavia, ad oggi non è prevista alcuna sanzione in caso di violazione.

È stata, infatti, abrogata la sanzione amministrativa applicabile alla mancata accettazione della moneta elettronica utilizzabile nelle transazioni commerciali (art. 23 DL 124/2019)”.