A poche settimane dalla ripresa dell’attività per l’offerta di gioco legale nei locali pubblici i primi riscontri sono tutt’altro che confortanti. L’assenza di lavoratori e turisti mette in crisi bar, ristoranti e le altre attività del food, soprattutto nelle mete…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteFederazione Italiana Tabaccai: “Utilizzo contante e sanzioni POS, ultime disposizioni normative”
Articolo successivoSenza sedie e senza monitor. Le sale scommesse scozzesi perdono il 95 per cento del fatturato