“Ancora una volta si è scelto la strada dello scontro e della violenza per poter portare avanti le proprie ragioni. Chi utilizza questi metodi, non ha alibi, tantomeno giustificazioni. E la condanna deve essere ferma da tutti, istituzioni, partiti, associazioni di categoria e società civile. Questo clima di odio e di intimidazione nulla ha a che fare con il confronto e la democrazia”.
Così Pasquale Chiacchio (nella foto), Presidente di “Giocare Legale” in rappresentanza delle associazioni A.G.S.I, A.Gi.Le, C.G.S.S. C.N.I., nel commentare le proteste violente e l’assalto alla Cgil, da parte dei “no vax” e “no green pass”, a Roma.
“Ha ragione il Presidente del Consiglio Mario Draghi – prosegue Chiacchio – nel sottolineare che il diritto a manifestare le proprie idee non può mai degenerare in atti di aggressione e intimidazione. Bene sta facendo il Governo a proseguire il suo impegno per portare a termine la campagna di vaccinazione contro il COVID-19 e i milioni di italiani che hanno già aderito con convinzione e senso civico, sono la dimostrazione che la strada intrapresa è quella giusta per ritornare alla normalità ed evitare che siano nuovamente le attività come le nostre a pagarne le conseguenze”.
“Ribadiamo come “Giocare Legale ” – conclude il Presidente Chiacchio – che l’unica azione percorribile deve essere fondata sul confronto e la sensibilizzazione, come noi abbiamo fatto in questi quasi due anni di pandemia con tutte le forze politiche, istituzioni regionali e parlamentari, ministri e sottosegretrari. Non c’è spazio nel nostro Paese per i violenti . Ci aspettiamo la risposta più dura dello Stato, per far si che chi sceglierà di protestare pacificamente possa farlo senza nessuna ingerenza da parte di frange estremiste e violente”.