In fuga dal 23 giugno dello scorso anno, il Jackpot di SuperEnalotto a disposizione per l’estrazione di sabato 3 agosto vale oltre 200 milioni di euro.

Si tratta di un record assoluto, il premio più alto al mondo e che ha già superato abbondantemente il precedente primato che apparteneva ai 177,7 milioni di euro vinti nell’ottobre del 2010.

Chissà chi sarà il nuovo Paperon de Paperoni? Sarà un uomo o una donna, giovane o anziano, un isolano o un residente della capitale? E chissà quale giornata avrà trascorso il fortunato, ancora ignaro che la dea bendata ha risposto su di lui il suo sguardo.

Tutto può accadere, di vincere con una giocata di solo 1 euro, di comprare le schedina mentre si beve un caffè nella solito bar oppure giocando online o da mobile mentre si raggiunge la spiaggia di Riccione o della Costa Smeralda.

Ad oggi nessun Jackpot è stato vinto con una giocata online o da mobile ma è certo che può accadere, come la vincita di oltre 70 mila euro conseguita online nel concorso del 30 luglio scorso. E, in questo caso, il vincitore sarà ancora più sicuro di non perdere la sua giocata, archiviata nel suo tablet o cellulare, insieme a lui!

Prima però che i riflettori cadano sul Jackpot record che verrà assegnato, vogliamo ricordare quel 30 ottobre del 2010 quando il montepremi di oltre 177,7 milioni di euro, grazie a un sistema Bacheca, fu suddiviso in 70 quote – del valore di oltre 2,5 milioni di euro ciascuna.

Di queste 70 quote, 25 furono giocate a Sperlonga in provincia di Latina presso la ricevitoria Tabacchi Ilario di Via Cristoforo Colombo, 3. La combinazione vincente fu: 4, 26,40 ,54 ,55 ,67. Jolly 41, SuperStar 78.

E oggi, con oltre 200 milioni di euro, complice anche l’ultimo Jackpot assegnato il 23 giugno del 2018 e suddiviso in 45 quote, ci si chiede se questa volta sarà ancora una vincita democratica o se il Jackpot record verrà assegnato a un unico fortunato Paperon de Paperoni.

Un nuovo Zio Paperone che avrà un patrimonio ben lontano dal famoso personaggio della Walt Disney ma dal quale, forse, potrà prendere qualche utile spunto.

Secondo quanto indicato dalla rivista Forbes, infatti, il patrimonio di Paperon de Paperoni si aggirerebbe “solo” intorno ai 65 miliardi di dollari. Una cifra guadagnata in anni di avventure dal papero del Calisota, l’immaginario stato degli Stati Uniti d’America appartenente all’universo Disney, a cui vanno aggiunti ritrovamenti di tesori di inestimabile valore a testimonianza di come la fortuna del papero si estenda alle sue industrie, alle miniere e ai possedimenti sparsi per il mondo.

Monito per il futuro vincitore che con 200 milioni di euro potrà diversificare i suoi investimenti tra conti correnti, investimenti nei mercati azionari e obbligazionari, oltre che nel mercato immobiliare e nell’arte. Ma soprattutto da non dimenticare l’oro, l’unico bene che protegge sia da crisi economiche che dall’iper inflazione… nell’attesa che si presenti il momento per l’investimento giusto. Da non dimenticare, speriamo, una quota per la beneficienza.

E se il Jackpot del SuperEnalotto fosse assegnato a un’unica persona o frazionato in quote, occorre per forza andare alla ricerca di cosa comprare con 200 milioni di euro in un’unica soluzione? Poteva essere perfetta la maestosa villa Les Cèdres in Costa Azzurra, prima residenza del re del Belgio e poi dei fondatori del marchio Grand Marnier ma, seppur resta segreto il nome dell’acquirente, è appena stata venduta esattamente a 200 milioni di euro!

Forse chi gioca per vincere un sogno così grande non vuole nulla di “esageratamente” lussuoso ma semplicemente moltiplicare i suoi sogni.

200 milioni di euro significano 100 volte 2 milioni, 1000 volte 200 mila euro o 10.000 volte 20 mila euro. E quante cose possiamo pensare “in piccolo” per sognare in grande!

Con 200 milioni di euro potrà accadere che …

La mitica 500 potrà lasciare il posto ad una Lamborghini, la trattoria sotto casa della Sig.ra Pina verrà dimenticata per un prestigioso ristorante pluri-stellato e persino il gommone rattoppato con il quale per anni ci siamo sentiti capitani in mezzo al mare, verrà riposto in soffitta per la lasciare spazio ad uno yacht – magari uno di quelli al di sotto dei 18 metri che costa “solo” circa 1 milione di euro. E il quadro dell’amico pittore anonimo … rimpiazzato da un Van Gogh!

Forse accadrà questo o forse il vincitore potrà pensare più in piccolo e per tante persone a lui care. Ad esempio potrà comprare una bella villa a Maratea, un monolocale a Cervina, una Audi per la moglie, un cavallo per il nipotino e un divano in pelle per la suocera e magari anche un Rolex per se stesso.

I sogni, insomma, possono essere piccoli, grandi o grandissimi. Ognuno ha i suoi.

Di seguito la classifica dei montepremi più alti di sempre nella storia del SuperEnalotto:

1 xxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxx

2 30/10/2010 177.729.043,16 € Sperlonga e altre città

3 27/10/2016 163.538.707,00 € Vibo Valentia

4 22/08/2009 147.807.299,08 € Bagnone

5 09/02/2010 139.022.314,64 € Parma e Pistoia

Commenta su Facebook